MARCOBARBIERI
PHOTOGRAPHY
« < >

Home (II), Locus

AMENO: (dal latino amoenus), piacevole, gaio, che rallegra la vista e l’animo; una spelonca giace D’edera, d’ombre e di dolci acque amena (T. Tasso).
APPARATO: in anatomia, un raggruppamento di organi diversi sia per funzione che per struttura, e spesso anche per origine embriologica, che collaborano a funzioni più generali.
ECOLOGIA: (dal greco οίκος, oikos, “casa” o anche “ambiente”; e λόγος, logos, “discorso” o “studio”), è la branca delle scienze naturali che studia l’ecosfera, ossia la porzione della Terra in cui è presente la vita in aggregati sistemici detti “ecosistemi”, le cui caratteristiche sono determinate dall’interazione degli organismi tra loro e con l’ambiente circostante o ancora porzioni dell’ecosfera stessa.
FENOTIPO: (dal greco phainein, che significa “apparire”, e týpos, che significa “impronta”), si intende l’insieme di tutte le caratteristiche osservabili di un organismo vivente, quindi la sua morfologia, il suo sviluppo, le sue proprietà biochimiche e fisiologiche comprensive del comportamento.
GENOTIPO: (dal tedesco Genotypus, a sua volta derivante dall’unione di “Gen” ovvero gene e della parola greca “τύπος” ovvero tipo), si riferisce all’insieme di tutti i geni che compongono il DNA di un organismo o di una popolazione. Ogni gene, singolarmente e/o in modo cooperativo, contribuisce in maniera diversa allo sviluppo, alla fisiologia e al mantenimento funzionale dell’organismo.
LOCUS OF CONTROL: il termine di derivazione anglofona Locus of control (luogo di controllo), indica la modalità con cui un individuo ritiene che gli eventi della sua vita siano prodotti da suoi comportamenti o azioni, oppure da cause esterne indipendenti dalla sua volontà.
SVILUPPO: è un cambiamento incrementale e si compone di due fattori principali: la maturazione e l’apprendimento. Per maturazione si parla della modificazione innata della specie, mentre per apprendimento si intende l’insieme di esperienze vissute dall’individuo.
TERRA: materiale costitutivo del terreno in quanto contiene gli elementi necessari per la nutrizione delle piante, e destinato perciò alla coltivazione. Fusosi con quello di «territorio», l’uso della parola per indicare un luogo abitato, una borgata, e anche una città; niuna cosa è tanto degna di uno ottimo principe [...] che lo edificare di nuovo terre dove gli uomini si possino, per commodità della difesa o della cultura, ridurre (N. Machiavelli).
TERRITORIO: in etologia, sociobiologia ed ecologia comportamentale, una qualsiasi area sociografica che un animale di una particolare specie difende costantemente dai cospecifici (e, occasionalmente, dagli individui di altre specie). Gli animali che difendono propri territori sono noti come animali territoriali. #TESSUTO: in biologia, un insieme di cellule, strutturalmente simili, associate per funzione.
Share
Link
https://www.marcobarbieriphotography.com/home_ii_locus-p19378
CLOSE
loading